Berlin Shooting 148

Speciale: piante da svernamento

Garden Life
Condividi articolo
Per tutta l'estate avete nutrito e curato i vostri tesori in vaso. Ora l'inverno e i suoi pericoli minacciano le vostre piante. Cosa dovete fare e cosa è meglio lasciare nel giardino? Dato che abbiamo ricevuto molte domande su questo tema dall'ultima Newsletter GARDENA, vogliamo darvi alcuni suggerimenti utili per indirizzarvi nella direzione giusta.
Ecco cosa dovete considerare prima di preparare le piante per l'inverno. Pulite le piante prima di portarle dentro: togliete tutte le foglie cadute, appassite o malate e tutto il legno secco. Se ci sono parassiti sulle piante, dovrete eliminarli di nuovo. Non portate mai le piante a svernare se sono infestate da parassiti!

Scegliete una posizione adatta

Luce Le piante decidue possono essere messe a svernare al buio, ma i sempreverdi hanno bisogno di luce. Più è caldo il luogo, più luce occorrerà alle piante.



Temperatura
Ci sono tre categorie diverse: piante che tollerano il gelo, piante che devono stare al riparo dal gelo e piante che devono restare al caldo in inverno. È meglio conservare le piante mediterranee in un luogo illuminato a temperature tra 10 e 12 °C in inverno e annaffiarle moderatamente in modo che non si secchino. Tenete le piante tropicali in un luogo illuminato a una temperatura di 20/22 °C e annaffiatele adeguatamente in modo che non siano troppo bagnate ma il suolo resti umido.

Come abbiamo detto: più è caldo il luogo, più luce occorrerà alle piante.



Assistenza
Sono ora disponibili serre gonfiabili con monitor antigelo, ottimi luoghi in cui far svernare le piante mediterranee in vaso se non avete spazio per loro altrove.

Quando devo portare a svernare le piante?

La regola fondamentale è la seguente. Portate a svernare le piante in vaso il più tardi possibile e portatele di nuovo fuori il prima possibile. In generale, le piante stanno meglio all'aperto che al chiuso, se possibile: stare al chiuso è una situazione anomala per le piante e genera stress. Trombe degli angeli, bougainvillea, ibisco ed eliotropo, per esempio, devono essere protetti dal gelo. Aceri da fiore, callistemon, cassia, agrumi, alberi del tè e plumbago possono sopportare temperature sotto zero. Temperature non eccessive (fino a circa -5 °C) possono essere tollerate dalle piante più resistenti come l'alloro giapponese, il pino delle Norfolk, il corbezzolo, il cipresso italiano, il nespolo del Giappone, l'alloro, l'ulivo e l'acero italiano.

Cose da considerare per i luoghi di svernamento delle piante

Assicurate la massima igiene durante lo svernamento. Pulite ogni mese le piante così come avete fatto prima di portarle a svernare. Controllate la presenza di parassiti dalla fine di gennaio in quanto le cocciniglie possono iniziare ad apparire in questo periodo, mentre tetranichidi, cocciniglie farinose e afidi possono presentarsi dai primi di febbraio. Accertatevi che i luoghi di svernamento delle piante siano adeguatamente climatizzati per mantenere la corretta temperatura di svernamento. È altrettanto importante installare un monitor antigelo dove necessario, perché dovrete fornire aerazione senza brina se la temperatura è troppo alta. In particolare, le dimore di svernamento più grandi e coperte da vetrate, in particolare, possono essere molto calde a partire dai primi di febbraio. Le piante messe a svernare non devono comunque essere sottoposte a grandi fluttuazioni di temperatura o portate all'aperto prima del tempo.

Informazioni sulle singole varietà di cui avete chiesto.

Agapanto Fate svernare tutte le varietà da svernamento con le foglie in un luogo fresco e luminoso a una temperatura di 5-10 °C. Annaffiate con moderazione, solo il necessario per evitare che secchino. Le varietà che perdono le foglie possono svernare al buio e non devono essere annaffiate. Rinvasare ogni due anni in primavera.

Stramonio/Trombe degli angeli Portate le piante a svernare al primo gelo: se una pianta è stata leggermente danneggiata dal gelo e le foglie stanno cadendo, ma il legno più resistente non è danneggiato dal gelo (marrone e morbido), vale comunque la pena di farla svernare. Potare il minimo possibile: più tagliate, più tardi fiorirà la pianta l'anno venturo. Fate svernare lo stramonio in un luogo fresco e ben illuminato a temperature di 2-5 °C; se viene tenuto in un posto troppo buio perderà le foglie e germoglierà relativamente tardi in primavera, il che ritarderà a sua volta la fioritura. Annaffiate le piante con foglie in moderazione durante l'inverno, solo il necessario perché sopravvivano con le foglie. Annaffiate le piante spoglie raramente, solo per evitare che secchino.

Fico Sugli alberi pendono già i frutti non ancora maturi per l'anno successivo. I fichi resistenti al gelo come la varietà Bavarian Violetta in vaso possono sopportare temperature fino a -5 °C in esterni se fate in modo di eliminare l'acqua e se avvolgete in un telo la pianta e il vaso. La cosa più semplice da fare, tuttavia, è mettere la pianta in garage. Lì potrà stare al buio e sopportare anche un po' di gelo. Annaffiatela abbastanza da non far appassire i frutti. Un fattore cruciale per lo svernamento del fico con i frutti: la pianta non deve essere esposta a fluttuazioni eccessive di temperatura (p. es. esposte al forte sole invernale durante il giorno e di nuovo al gelo la notte) o i frutti appassiranno e cadranno dall'albero.

Gingko Il vaso è esposto a più rischio di gelo piuttosto che nel terreno. Per questo motivo è meglio metterlo nel garage, Altrimenti, toglietelo dal vaso in inverno e trapiantatelo in una posizione protetta nel terreno. Se dovete tenerlo su un balcone per l'inverno, avvolgete vaso e pianta in un telone (non in una pellicola).

Erbe aromatiche Prezzemolo, levistico, timo limone ecc. possono restare nelle aiuole. Le piante da curry e la santolina vanno conservate in luogo fresco, ben illuminato e protetto dal gelo a una temperatura tra 5 e 10 °C.

Cespugli di margherite Quando mettete a svernare questa pianta, potatene circa un terzo. Fate svernare in un luogo ben illuminato a una temperatura di 10/12 °C e annaffiate con moderazione in modo da non farla seccare. Mettetela in terreno nuovo in primavera.

Oleandro Una pianta forte e ben radicata tollererà il gelo tra 0 e -5 °C, ovvero il "gelo leggero". Nella sede di svernamento, deve essere mantenuto in un luogo molto o moderatamente illuminato a una temperatura di 5-10 °C. Annaffiate con moderazione, ma fate attenzione che non secchi.

Un commento alle domande sulla potatura: abbiamo parlato della potatura dell'oleandro nell'ultima Newsletter GARDENA, consultate quella newsletter per le risposte alle vostre domande.

Passiflora Nei climi miti (climi da vite) e se piantata al riparo, la passiflora (Passiflora caerulea) normalmente può restare all'aperto. Se è ben radicata, può sopportare temperature anche tra -5 e -10 °C. Altrimenti, portatele a svernare a temperature non superiori a 10 -12 °C se la temperatura esterna è tra 0 e 5 ºC. Annaffiate con moderazione per assicurare che non secchi. Ci sono diverse varietà di passiflora, comprese alcune a cui non piace il calore. Queste, come le piante tropicali, devono essere conservate in luoghi molto illuminati e a una temperatura di 20 °C, e mantenute costantemente umide.

Citronella Fate svernare in un luogo illuminato a una temperatura di circa 10-15 °C e annaffiate occasionalmente con moderazione.

Una guida completa alle piante in vaso, compreso il mantenimento durante l'inverno, è stata compilata dagli esperti di giardinaggio di GARDENA e pubblicata nel 2003 da KOSMOS a Stoccarda.