EM-Haende-007-36cm

Intervenite in gennaio per far crescere e fiorire il vostro giardino

Garden Life
Condividi articolo
Siamo in pieno inverno, e per l'aspirante giardiniere non c'è molto da fare nel suo regno verde. Ma se volete dedicarvi al giardinaggio anche in questo periodo, c'è un lavoretto per voi: piantare i semi.
Alcune varietà di verdure, come verza, cavolfiore e lattuga, possono essere piantate in serra in gennaio. Se avete vecchie sementi di verdura a casa, usatele solo per verdure lisce e fate una prova di germinazione in anticipo. Per fare questo, inumidite un pezzetto di carta assorbente o carta da cucina, spargetevi sopra qualche seme e osservate se dopo qualche tempo i semi iniziano a germogliare.
EM-Haende-007-36cm

Requisiti della preseminatura

Alcuni fiori estivi possono essere già preseminati ora. Se volete coltivare gerani o Impatiens walleriana, dovreste iniziare ora. Tuttavia, considerate che se coltivate piante primaverili vi occorrerà un'area per la coltivazione come un giardino d'inverno, una serra o un numero sufficiente di davanzali caldi. Se non avete abbastanza spazio, è meglio lasciare la coltivazione di verdure e piante da balcone ai professionisti.

Il problema probabilmente maggiore nel coltivare le piante dai semi è la mancanza di luce del sole in questo momento dell'anno. Questo può portare a una qualità inadeguata e a una crescita lineare eccessiva. I semi fini e i semi che richiedono luce per germogliare non devono essere coperti e hanno bisogno di ancora più attenzione dei semi grossi. Per assicurare che i semi non siano seminati troppo vicini tra loro, consigliamo di combinare i semi fini con la sabbia. La temperatura ottimale di germinazione in questo caso è tra 14 e 18 °C. Accertatevi che siano presenti luce e aria a sufficienza. Una volta che siano spuntate foglie dai semi e siano visibili le prime foglie, i germogli troppo vicini tra loro devono essere trapiantati in modo che siano più distanti.

Coltivazione dei germinatori a freddo

I semi dei germinatori a freddo come elleboro, phlox, aconito e genziana amano i climi molto freddi. Queste piante devono attraversare una fase di freddo che decomponga tutte le sostanze che inibiscono la germinazione. Tali piante comprendono anche alcuni arbusti nativi come le rose. È meglio piantare i semi sul terreno di propagazione nei giorni freddi di gennaio. Tuttavia, prima di piantarle sotto i cespugli, lasciate le piantine su un davanzale caldo per 2-4 settimane. Quindi esponetele a una temperatura tra 0 e 5 °C per un periodo di 6-8 settimane. Uno dei problemi della coltivazione delle piante dai semi è la luce insufficiente. Inoltre, in inverno, rischiate che gli uccelli vengano a beccare i semi dal terreno. Assicuratevi che il terreno non si secchi una volta piantate le piantine (annaffiatele!).

Propagazione per getti

Un altro metodo per la propagazione delle piante è la propagazione vegetativa, ovvero tagliare e ripiantare getti. Specie come salici, piante da bacca e rose rampicanti sono facili da propagare con questo metodo. Tagliate un getto di 30 cm di lunghezza dalla parte lignea della pianta e piantatelo in uno scavo profondo nel suolo in modo che 2/3 della parte tagliata siano interrati. Il suolo deve essere in condizioni tali da permettere questa operazione. Riempite il foro con una miscela di terra e sabbia e premete tutto saldamente verso il basso.

Propagazione delle radici

Le piante lignee come gli anemoni giapponesi e gli arbusti del genere Verbascum si propagano tagliando le radici. Il mese migliore per questo metodo di propagazione è gennaio, purché riusciate a raggiungere le radici. In tal caso, tagliate un tratto di radice di circa 5 cm di lunghezza e mettetelo in un vaso che contenga una miscela di sabbia e torba. È importante mettere le radici nella stessa posizione che avevano in precedenza nel suolo. Per evitare di confondere la parte superiore e inferiore della radice, tagliatene una in diagonale e l'altra perpendicolarmente. I vasi devono essere conservati in un luogo freddo ma non soggetto a congelamento. Non dimenticate di annaffiare regolarmente! Una volta che le piantine hanno fatto presa sul terreno e iniziano a spuntare in primavera, possono essere trapiantate ciascuna nel suo vaso in modo da avere abbastanza spazio e poter continuare a crescere indisturbate.

Il bello della propagazione delle piante non è la semina ma quel che accade dopo. Ogni amante del giardinaggio non vede l'ora di veder fiorire le piante in primavera, ma se avete fatto crescere le piante fin dal seme la gioia sarà doppia.