Utilizziamo i cookie per migliorare l'esperienza sul nostro sito web. Continuando a navigare in questo sito, accettate l'utilizzo dei cookie. Per ulteriori delucidazioni, leggere quanto segue I cookie

Rivoltare il compost

Ora che è quasi tempo di piantare, serve ancora più terreno. In particolare, in questo caso è ottimo il compost. È ricco di sostanze nutritive e sali minerali e perciò offre tutto ciò di cui le piante hanno bisogno per prosperare. Dato che il compost è un buon concime, è ideale per la crescita di piante giovani.

Per ottenere terreno con compost il prima possibile, il compost deve essere rivoltato a intervalli regolari. Questa operazione può essere eseguita da febbraio fino alla primavera inoltrata. L'ossigeno che viene fornito in maniera ottimale rivoltando il compost incoraggia la decomposizione; è persino possibile usare la terra ottenuta nella stagione stessa.

Rivoltare il compost in realtà non è un lavoro particolarmente gravoso. È meglio usare un grande filtro a rete angolato rispetto alla compostiera. Quindi usate un forcone per mescolare e setacciare il tutto. Tutto ciò che resta nel setaccio va rimesso nella compostiera. All'inizio non passerà molta terra. Ma se ripetete il processo più volte, avrete ben presto un bel mucchietto di terra in compost.

Quando rivoltate il compost, cogliete l'occasione per dare un'occhiata da vicino alla compostiera. È troppo secca? Ha bisogno di altra acqua? Se è troppo umida, le parti marce devono essere tolte. Potete anche mescolare della crusca per assorbire l'umidità.

Il compost deve essere rivoltato ogni due mesi. In questo modo fornirà suolo che può essere usato per fertilizzare il giardino per sei-dodici mesi. Ecco alcuni consigli importanti per gestire il compost.

Stabilite un rapporto carbonio/azoto bilanciato. Per eseguire facilmente questa operazione, introducete in parti uguali materiale contenente carbonio, come foglie e potature di siepe, e materiale contenente azoto, come erba tagliata e ortiche, nella compostiera. Anche i rifiuti della cucina di solito hanno un rapporto ideale tra azoto e carbonio.

L'erba tagliata deve essere lasciata seccare almeno due giorni prima di essere messa nella compostiera. Per evitare odori pungenti, consigliamo di mettere solo strati sottili di erba tagliata nella compostiera. Per assicurare un livello di umidità corretto nella compostiera, usate il test del pugno a intervalli regolari. Prendete una manciata di terra in compost e premetelo con forza nel pugno. Se vi cola qualche goccia d'acqua tra le dita, il compost ha il livello di umidità corretto. Se vi cola troppa acqua tra le dita, il compost è troppo umido. Se non c'è proprio acqua, state sicuri che il compost è troppo secco.

Cosa dovete mettere nella compostiera?

Potete mettere nella compostiera foglie, letame, resti di frutta e verdura e altri rifiuti della cucina in qualsiasi momento senza problemi. Anche capelli, rifiuti del giardino e materiali organici non cotti vanno bene.

Cosa non dovete mettere nella compostiera?

Bucce di frutti tropicali, pannolini e legno trattato o plastica di qualsiasi tipo non devono essere messi nella compostiera. Anche mozziconi di sigaretta, ossa e cenere di legno e carbone non sono adatti.

Come usare il compost

Consigliamo di usare una miscela al 50% di terra in compost e terreno da giardino o sabbia per i vasi da appartamento o da balcone. Per le piante a fusto legnoso e gli arbusti ornamentali, mescolate circa tre centimetri di compost nello strato superiore di terreno. Per curare meglio le aiuole di fiori, usate una miscela al 50% di compost e terreno quando preparate l'aiuola e poi mettete compost sulla superficie dell'aiuola e mescolatelo con il terreno per la concimazione successiva.

In conclusione, occorre ricordare che il compost è di buona qualità se si è adattato alla temperatura normale del suolo e non è evidente la presenza di animali del sottosuolo.

Commenti