Utilizziamo i cookie per migliorare l'esperienza sul nostro sito web. Continuando a navigare in questo sito, accettate l'utilizzo dei cookie. Per ulteriori delucidazioni, leggere quanto segue I cookie

Notizie particolari su bacche e frutti di bosco

Le bacche, mangiate fresche sul pane o mescolate a un'insalata, sono davvero sorprendenti! Conoscendole meglio, è facile capire perché sono così particolari. I botanici hanno una prospettiva completamente diversa da noi giardinieri sui frutti di bosco, questi frutti del giardino, così meravigliosamente versatili e protagonisti della nostra Newsletter speciale GARDENA.

È sorprendente scoprire che lamponi, more, fragole e così via non sono esattamente bacche dal punto di vista botanico: sono frutti compositi. In termini botanici, più correttamente, sono pomodori, cetrioli, meloni, banane eccetera. La bacca più grossa del mondo è davvero enorme: è la zucca!

Già da questo si capisce che le bacche sono frutta davvero interessante. Ma in questa Newsletter speciale GARDENA i nostri esperti di giardinaggio hanno raccolto ogni genere di informazione utile sulle bacche così come le considerano i giardinieri.

Notizie da un giardino di bacche

Come sta il vostro orto di bacche ora che l'estate sta finendo? Mirtilli, fragole, ribes nero e uva spina sono già stati raccolti, le more sono a maturazione e in autunno arriveranno i kiwi. In generale per le bacche l'estate è una stagione produttiva. Il ribes nero ha avuto qualche difficoltà a causa del lungo inverno, perché la prima fioritura quest'anno non è arrivata nel momento giusto per la concimatura. Il tempo variabile ha favorito in particolare il ribes rosso: il calore sufficiente ha assicurato una buona crescita e la provvista d'acqua, abbondante e soprattutto continua, ha reso i frutti ben maturi e rotondi. Variazioni notevoli nell'umidità del suolo, per esempio causate da periodi di secca seguiti da piogge abbondanti, avrebbe invece favorito una maggiore crescita dell'uva spina. In breve: quando passeggiate per l'orto delle bacche, noterete senz'altro alcune cose.

Uva spina

Come è stato dimostrato più volte, la scelta della varietà è fondamentale per l'uva spina, dato che la muffa dell'uva spina trova buone condizioni di crescita in un clima umido, caldo e variabile come quello che abbiamo avuto quest'anno. La varietà "Invicta", dai frutti verdi, si è dimostrata particolarmente "invincibile" contro questa infestazione fungina. Tra le varietà a frutto giallo, la "Hinnonmäki" è particolarmente consigliata; per quelle a frutto rosso, sono ottime la "Rokula" e la "Red Eva". La Rokula è adatta per chi non può prendersi cura del'orto ogni giorno, perché il frutto può restare sulla pianta per molto tempo e non deve essere colto in un momento specifico. Per i fan dell'uva spina che vogliono una vita comoda, c'è l'ottima varietà "Pax": praticamente senza spine e facilissima da cogliere. Non è per nulla spinosa.

I progettisti di giardini hanno riscoperto il valore dell'uva spina come pianta ornamentale. Come normali alberi da frutto accanto ai sentieri, aiutano a suddividere le aree del giardino o affiancano visivamente i sentieri del giardino. Durante il periodo in cui la frutta è pronta alla raccolta, sono una gioia per gli occhi. Una nota importante per le piante arboree: tenete i rami corti e le chiome lente e compatte, in modo che non si spezzino sotto il peso dei frutti. I sostegni per le chiome non hanno un bell'effetto estetico. Questo vale anche per le piante di uva spina in vaso. La bellezza, tuttavia, ha spesso un prezzo: in termini di raccolto, i cespugli di uva spina sono molto più produttivi delle piante.

Cosa fare ora: se non avete potato l'uva spina dopo la raccolta, fatelo con una certa urgenza. Un cespuglio di uva spina ben potato vi permetterà di arrivare con le mani all'interno senza pungervi. Così la luce potrà raggiungere tutta la pianta e far maturare bene i frutti.

Ribes

Altrettanto vale per il ribes. Anche se non soffrono di infestazioni di muffa, possono essere attaccati dalla ruggine o - secondo della varietà - le bacche possono tendere a colare nettare. Fate attenzione quando li comprate dal vivaio o centro per giardinaggio! Il periodo della raccolta del ribes può durare a lungo se scegliete le varietà con cura: dall'inizio di luglio alla metà di agosto. Sei settimane per mangiare la frutta fresca: il resto può andare in congelatore o in una bella marmellata.

La varietà rossa "Red Lake" matura presto e non tende a perdere frutti; la varietà "Rovada" matura molto tardi e produce frutti di alta qualità sui rami lunghi. La "Primus" è la più importante tra le varietà bianche. Se preferite una varietà rosa, provate la "Rosalinn". I bambini adorano il ribes perché è relativamente dolce quando è maturo. Per quanto riguarda il sapore, il ribes nero spesso è considerato troppo amaro da mangiare da solo. Provate la varietà "Ometa" o la "Bona", più delicata. Ha un delicato aroma di cassis ed è molto utile in cucina.

Cosa fare ora: potate il ribes nero se non l'avete ancora fatto. Come con l'uva spina e gli ibridi di ribes nero e uva spina, il josta, rimuovete i getti più vecchi e spessi, troppo compatti. In generale sono di colore marrone scuro o nero, facili da individuare. I rami leggeri e giovani del cespuglio devono essere invece incoraggiati, perché reggono meglio il peso del frutto. Tagliate comunque quelli più deboli e di spessore inferiore a quello di una matita.

Lamponi

Sapevate che i lamponi non sono solo rossi ma anche gialli e perfino neri? La varietà "Golden Bliss" ha frutti gialli e la "Black Prince" (una varietà selvatica americana) ha frutti neri. Se le piantate tutte e tre nel giardino, potrete preparare torte tricolori il 3 di ottobre per festeggiare l'unificazione della Germania...

Le varietà di lamponi che non devono essere fatti crescere con duro lavoro attorno ai bastoni di supporto sono molto popolari oggigiorno nei giardini in cui "le cose devono procedere veloci". Potete lasciar crescere le varietà come la "Autumn Bliss" come semplici cespugli, come il ribes e l'uva spina, e poi recidere l'intero cespuglio dopo la raccolta. Questo tipo di cespuglio non produce frutta fino all'autunno, ma ha il vantaggio di non essere quasi mai attaccato dal coleottero del lampone e pertanto è "senza parassiti". Anche con i lamponi c'è sempre qualcosa da fare: una varietà recente a tarda maturazione, detta "Polka", matura a settembre, ha un aroma fantastico e un frutto sodo e molto bello alla vista.

Cosa fare ora: subito dopo la raccolta, tagliate via i ramoscelli tronchi di lampone vicino al terreno, senza lasciare monconi. In questo modo i vostri lamponi correranno meno rischi di antracnosi, un'infezione che aggredisce le piante dai vecchi rami.

Fragole

Per le fragole occorre letteralmente un capitolo a parte. Le varietà con l'odore caratteristiche delle fragoline di bosco sono le più affascinanti. Vale la pena di menzionare le vecchie varietà come la "Mieze Schindler", ma le varietà più aromatiche come la "Thuchief" sono altrettanto buone. Anche le varietà per fitte aiuole di fragole, come la "Florika", sono ottime in questo senso, dato che sono incrociate con fragole selvatiche. Le aiuole di fragole sono una buona alternativa per coprire le zone nude nelle aiuole parzialmente in ombra. Non devono essere sostituite ogni due anni, come avviene normalmente con le fragole da giardino, ma possono restare nell'aiuola da sei a otto anni. Le aiuole di fragole fioriscono e fanno frutti dalle foglie: per questo i frutti non toccano terra e non marciscono così rapidamente.

Ci sono anche varietà nuove di fragole per vasi e cassette oltre che per le aiuole: le fragole pensili sono particolarmente adatte ai vasi sospesi. In un solo vaso sospeso potete mettere tre piante. Nei vasi a cassetta, invece, tenete le piante a 20-25 cm di distanza. Per dare una buona fornitura continua d'acqua alle piante consigliamo un recipiente con un serbatoio d'acqua. Concimate con concime polinutriente o per bacche, che contiene più sali di potassio rispetto al concime per piante in vaso da davanzale. Le bacche ne hanno bisogno per far maturare i frutti e sviluppare l'aroma.

Infine, le varietà pensili funzionano anche in senso opposto: potete far crescere fragole rampicanti su piccoli tralicci o pali. Tuttavia dovrete legare i tralci di fragola, perché non si arrampicano da soli. Le fragole rampicanti si raccolgono da giugno a settembre, le fragole pensili fino a ottobre.

Cosa fare ora: se le piante di fragola sono nello stesso punto da due anni e cominciano ad avere un'aria sciupata, dovete sostituirle. È il momento giusto per farlo. Se non le piantate fino a primavera, il raccolto del primo anno sarà modesto. Le varietà a maturazione continua e a maturazione estiva possono essere piantate altrettanto bene in primavera, in quanto produrranno raccolti abbastanza buoni.

Lonicera coerulea

La Lonicera cerulea è una novità tra le bacche da giardino e fa frutti in maggio, prima delle altre bacche. I frutti sono lunghi e sottili, con lo stesso colore e superficie dei mirtilli. I frutti di Lonicera cerulea somigliano ai più noti mirtilli anche come sapore. Questi nuovi arrivati sono interessanti non solo perché possono essere raccolti prima ma anche perché i frutti sono dolci e ricchi di vitamina C. Un cespuglio di Lonicera cerulea raggiunge un'altezza tra il metro e il metro e mezzo e una larghezza di un metro. Qualsiasi terreno da giardino ricco di sostanze nutritive è adatto per questa pianta. Prendersene cura è facile: non deve essere potata molto, cresce rapidamente e non è complicata da gestire. Data la migliore concimazione, è meglio piantare due o più varietà di Lonicera cerulea, che fiorisce a maggio.

Curiosità La Lonicera cerulea, un tempo un frutto di bosco selvatico, viene ora considerata una pianta da giardino proprio perché è facile da coltivare in un giardino domestico, come è accaduto con mirtillo e lampone e, più recentemente, alemanchier, nocciolo, sambuco, corniolo, mirtillo rosso, olivello spinoso, rosa canina e sorbo.

Commenti