Utilizziamo i cookie per migliorare l'esperienza sul nostro sito web. Continuando a navigare in questo sito, accettate l'utilizzo dei cookie. Per ulteriori delucidazioni, leggere quanto segue I cookie

La cura del giardino in maggio

Entro maggio tutto inizia a fiorire e i giorni sempre più assolati e caldi ci invitano a uscire. Ma ovviamente c'è anche molto più lavoro da fare in giardino, per esempio tenere a bada erbacce e piante nocive. Eccovi alcuni suggerimenti e trucchi per il mese di maggio.

Durante la piantagione di primavera, ricordate che può esserci ancora qualche notte sottozero. Le notti di gelo possono arrivare verso metà maggio, nelle giornate dedicate (in Germania) a San Pancrazio, San Servazio, San Bonifacio e Santa Sofia. In Germania li chiamano i "Santi del ghiaccio" perché, nell'ultimo secolo in queste notti si sono spesso avute gelate primaverili. La tradizione dice che la primavera resterà sempre mite una volta trascorsa la "fredda Sofia" (15 maggio). In termini meteorologici, le cose non stanno più così, ma maggio può comunque sorprenderci con freddi improvvisi. Per questo motivo, molti fiori estivi e verdure sensibili al calore come i pomodori vengono messi a dimora solo verso la fine di maggio.

Per preparare il terreno per i pomodori, mescolate alla terra della farina animale. Inoltre, piantate nel terreno i bastoni di supporto. Quando le piante giovani hanno messo radici, pianta i pomodori in profondità e leggermente inclinati verso la nuova foglia più bassa. In questo modo l'arbusto non forma altre radici.

Fogli di plastica speciali, con fori o feritoie, oppure teli da giardinaggio sono adatti per proteggere le piante dal freddo; permettono loro di respirare. La protezione dal freddo viene fissata ai bordi delle aiuole con pietre o assi di legno e viene rimossa durante il giorno e l'annaffiatura.

In aprile e maggio, le aree esposte del terreno non devono essere coperte di pacciamatura. Il suolo scoperto può riscaldarsi meglio durante il giorno e rilasciare il suo calore nell'aria durante la notte. Se la notte gela, in questo modo le gemme sono protette dai danni.

Maggio è il momento ideale per sfoltire le piantine troppo fitte. Per fare questo, rimuovete le piante deboli in eccesso tirando la parte superiore delle radici. Circondate le altre piantine di terra e premetele delicatamente. Se le piante giovani sono molto fitte, consigliamo di eseguire lo sfoltimento per gradi, togliendo sempre per prime le piante più deboli.

Quando non è più previsto gelo, potete mettere a dimora le piante in vaso e sui balconi assieme alle piantine giovani annuali. Non dimenticate di annaffiare regolarmente le piante e nutrirle se necessario.

Ora potete piantare i girasoli annuali dove c'è ancora spazio: tra le siepi, ai bordi delle aree boschive o persino negli orti. Attenzione però: le piante giovani sono una delizia per le lumache. Perciò eliminate tutte le lumache di notte finché i fiori non hanno attecchito.

Commenti