Utilizziamo i cookie per migliorare l'esperienza sul nostro sito web. Continuando a navigare in questo sito, accettate l'utilizzo dei cookie. Per ulteriori delucidazioni, leggere quanto segue I cookie

Il sogno di un balcone immerso nel verde

Dove volete sedervi in una tiepida sera d'estate? Qual è il posto perfetto per una colazione al sole o una fresca e riposante siesta all'ombra? In balcone, questo è ovvio. Tra fiori, piante e rampicanti. Ecco come realizzare un balcone o veranda invitante.


Un balcone, una piccola veranda o un atrio, anche in poco spazio è possibile crearsi una piccola oasi per il proprio relax: un posto in cui sedersi o sdraiarsi, un tavolo per mangiare o su cui tenere vasi e piante e un angolo di verde che ravviva l'ambiente e che non può mancare in uno spazio all'aperto.
"Iniziate con il pavimento o il terreno. La sensazione di camminare a piedi nudi sul legno è fantastica. Le assi di legno non costano molto e si sostituiscono con facilità. Inoltre, non si raffreddano o riscaldano rapidamente come la pietra," consiglia Heribert Wettels di Gardena.

È sempre bello avere un posto in cui sedersi o sdraiarsi. Le sedie pieghevoli sono quel che vi serve se il vostro spazio è limitato. Una normale cassapanca può contenere attrezzi o vasi e allo stesso tempo offrirvi un posto su cui potervi sedere. Cuscini, coperte o imbottiture possono aiutare a rendere più accogliente l'ambiente. Se il vostro balcone è esposto al vento, una protezione antivento può essere un'ottima soluzione. Basta un metro per proteggervi in abbondanza. Usate rami di salice intrecciati o una grata coperta di rampicanti per darvi protezione e per offrire allo stesso tempo un'atmosfera intima.
Non dimenticate le luci! Candele e fiamme vive in genere hanno bisogno di protezioni di vetro o cristallo, altrimenti il vento le spegnerà. Le lanterne colorate possono contribuire a un'atmosfera festosa e le lampade a kerosene danno luce e calore.

Le piante in vaso o fioriera hanno spazio limitato per le radici.
"Per questo bisogna comprare un terriccio specifico per le piante in vaso. Deve essere poco compatto, nutriente e capace di assorbire l'umidità. Una soluzione troppo economica potrebbe non bastare," ricorda Heribert Wettels.
I vasi o le fioriere usati per le piante devono essere dotati di fori sul fondo per scaricare l'acqua. Le cassette in legno devono essere laminate o rivestite di plastica all'interno, in modo da non marcire, ma non dimenticate lo scarico.
Le piante in vaso devono essere innaffiate regolarmente ed è possibile realizzare una "riserva d'acqua" (vedi sotto). Un'altra soluzione per annaffiare il balcone è l'idrokit per fioriere GARDENA, che riesce ad annaffiare fino a sei metri di fioriere in modo completamente automatico.

Come realizzare una riserva d'acqua

Rivestite l'interno e il fondo del vaso o fioriera con della plastica. Inserite un tubo che sporga in alto, sopra il bordo del vaso (qui verserete l'acqua).
Riempite il vaso con sassi di LECA (circa 10 centimetri) e coprite il tutto con del terriccio. Praticate un foro per lo scarico appena sopra i sassi di LECA che agiranno come piccolo deposito d'acqua.

Le piante d'inverno

Normalmente, le piante perenni possono svernare sul balcone. Accertatevi di scegliere piante resistenti: consultate il vostro centro di giardinaggio di zona. Coprendo le piante con materiale isolante come il polistirolo, la paglia o vecchie coperte, potete aiutarle a sopravvivere al freddo invernale. Avvolgetele con plastica o tela cerata per proteggerle dall'umidità, ma lasciate una piccola apertura per farle "respirare". Mettete le piante vicino a una parete.

Commenti