Utilizziamo i cookie per migliorare l'esperienza sul nostro sito web. Continuando a navigare in questo sito, accettate l'utilizzo dei cookie. Per ulteriori delucidazioni, leggere quanto segue I cookie

Foglie d'autunno: che fare?

Quando gli alberi perdono il colorato manto autunnale e il terreno comincia lentamente a coprirsi di foglie multicolore, tutti si domandano: "Che fare con tutte queste foglie? Posso lasciare lì o devo toglierle di mezzo?"

Le foglie bagnate sono pericolose se restano sulle verande o sulle aree di selciato perché formano uno strato scivoloso. Per questo motivo le foglie devono essere tolte da tutti i sentieri.

Inoltre le foglie cadute devono essere tolte da germogli, erba, sempreverdi e dal prato, dato che le piante possono reagire alle foglie umide marcendo. La mancanza di luce fa comparire brutte chiazze spoglie sul prato.

Ma le foglie non sono sempre un male. Potete lasciare accumulare uno strato di circa 10 cm sotto alberi, cespugli, siepi e su aiuole e orti vuoti, per esempio. Idealmente, le foglie devono essere delicatamente mescolate al terreno con un sarchiatore e coperte di terra in modo che non possano essere sollevate dal vento e che il processo di decomposizione avvenga più velocemente. In questo modo assicurerete la rapida formazione di nuovo e ricco humus che aiuterà le piante a fiorire in tutta la loro gloria alla successiva primavera. Le foglie di siepi fiorite e alberi da frutto, che si decompongono velocemente, sono molto adatte a questa procedura, nota come compostaggio nel suolo. Con questo metodo molto intelligente che usa grandi quantità di foglie, le sostanze nutritive di foglie e materiali di potatura agiscono come fertilizzanti ecologici. Una copertura di foglie sulle piante le tiene calde e isolate e le protegge dal freddo. Non dimenticate di togliere le foglie rimaste in primavera, permettendo alle piante di ricevere abbastanza ossigeno e luce.

Un'altra buona idea per il riciclaggio delle foglie è creare nidi per i ricci. In questo modo proteggerete questi animali, dato che i ricci sono già negli elenchi delle specie protette in alcuni paesi europei, per lo più perché le possibilità per i ricci di farsi un nido e restare al riparo vengono eliminate dai meticolosi lavori di pulizia nel giardino.

Perciò, perché non ammucchiare una piccola pila di foglie e rametti? Questi animaletti, attivi al crepuscolo e di notte, saranno felici di rendervi la cortesia. Larve, lombrichi, ragni e lumache sono il cibo preferito di questi piccoli aiutanti del giardiniere. Perciò i ricci fanno la loro parte nel tenere il vostro giardino libero da insetti e animali nocivi. E dato che ai ricci non piace la verdura, non dovrete preoccuparvi di frutteti e orti!

Perciò, le foglie d'autunno non sono solo scomodi rifiuti che dobbiamo eliminare dai giardini. Al contrario: con gli accorgimenti giusti potete risparmiare molti soldi per humus e concime e avrete un ruolo attivo nella salvaguardia degli animali dando una casa e un rifugio ai ricci.

Commenti