Utilizziamo i cookie per migliorare l'esperienza sul nostro sito web. Continuando a navigare in questo sito, accettate l'utilizzo dei cookie. Per ulteriori delucidazioni, leggere quanto segue I cookie

È ora di prendersi cura delle aiuole invernali!

Se volete che rose, cespugli e tutto il resto fioriscano in abbondanza l'anno prossimo, devono sopravvivere al lungo inverno senza essere danneggiati dal gelo e dal secco.

Gelo, umidità e sole d'inverno sono una minaccia per molte piante

State pronti alle prime comparse del gelo non appena la rugiada diventa brina. La brina è più dannosa per le piante rispetto a una coltre protettiva di neve, soprattutto se il sole brilla a temperature sotto zero. Brucia o secca le punte delle foglie e dei getti dei sempreverdi, se non sono coperti da uno strato protettivo di rami di abete o pino poco fitti. I rami di abete hanno inoltre il vantaggio di perdere gli aghi in primavera, lasciando così le piante di nuovo esposte alla luce. Oltre ai problemi causati dal sole d'inverno, l'umidità e il gelo soffocano i cespugli delicati come il penstemon e il crisantemo. Queste piante non sopravvivono a lungo senza protezione e spesso muoiono di freddo al primo o al secondo inverno. Una copertura non molto fitta di foglie o rami di abete può essere un rimedio rapido, mentre un leggero strato di compost allo stesso momento protegge il terreno in attesa del grande freddo. E dato che gli arbusti come il millefoglio o il ceratofillo non gradiscono l'umidità stagnante d'inverno, dovrà essere mescolata sabbia a grana grossa nel suolo denso e argilloso per promuovere il drenaggio dell'acqua.

Protezione ideale per le rose

Quando proteggete le rose per l'inverno, dovete proteggere il sensibilissimo punto di innesto alla base dei getti del cespuglio. Se interrate la regione delle radici fino a un'altezza di 15-20 centimetri con terra e compost o terreno da giardino, il gelo sarà sconfitto. Questo vale particolarmente per le rose da aiuola, le rose tea ibride e i cespugli di rose. Nelle rose a gambo lungo, il punto di innesto è sotto la chioma, pertanto l'intera chioma è spesso protetta da telo, legna di sottobosco o iuta. Le erbe più alte e il bambù possono essere preparate adeguatamente alle temperature sottozero legandole insieme e avvolgendole in telo, bambù o stuoia. Non usare mai una pellicola di plastica, perché non fa circolare l'aria e aumenta l'umidità, portando a infezioni fungine. Tuttavia, non dimenticate di annaffiare il bambù e altri sempreverdi come rododendro, lauroceraso o bosso nei giorni senza gelo, perché perdono acqua per evaporazione dalle foglie anche d'inverno.

Commenti