Utilizziamo i cookie per migliorare l'esperienza sul nostro sito web. Continuando a navigare in questo sito, accettate l'utilizzo dei cookie. Per ulteriori delucidazioni, leggere quanto segue I cookie

Consigli per la cura degli alberi di Natale

Un albero di Natale decorato è per molti irrinunciabile. La maggior parte degli alberi di Natale europei sono coltivati in Danimarca. Già dalla fine di ottobre potete vedere i camion a pieno carico diretti al sud. Quando il pino o l'abete arriva nel vostro salotto, ha già viaggiato molto, per questo è importante prendersene cura per mantenerlo al meglio.

Scelta dell'albero

Molti degli alberi di Natale disponibili sono pini e abeti. La differenza principale tra i due è molto semplice: i pini hanno aghi morbidi mentre gli abeti pungono. Per questo motivo sono più difficili da gestire. Inoltre, gli abeti perdono più aghi dei pini, che normalmente ne perdono solo alcuni.

La freschezza di un albero di Natale tagliato è qualcosa che solo un esperto sa vedere al primo sguardo. Gli abeti che stanno perdendo molti aghi sono sicuramente meno freschi, così come gli abeti con le punte dei rami che stanno già appassendo. Dato che i rivenditori di alberi di Natale non vendono necessariamente alberi locali ma possono importarli, dovete esaminarli attentamente per valutare quanto gli alberi offerti siano davvero freschi. Ovviamente, gli alberi di Natale più freschi vengono direttamente dalle piantagioni in cui sono stati coltivati.

Conservazione degli alberi prima di Natale

Il modo migliore per conservare l'albero che avete acquistato prima di decorarlo è tenerlo all'esterno, preferibilmente in un luogo asciutto come per esempio un garage. Le basi per alberi di Natale che permettono di aggiungere acqua mantengono gli alberi più freschi. Le basi con morsa sono più facili da usare: posizionate il supporto, fissate in posizione la morsa e avete finito!

Alberi di Natale con zolle di radici

Le informazioni seguenti sono importanti per gli alberi di Natale con zolle di radici, provenienti da un vivaio o dal vostro giardino: dovete acclimatare l'albero alle temperature del salotto durante il periodo di svernamento passo per passo (p.es. all'esterno a 0 °C, poi in garage/cantina a 10 °C e infine in salotto a 20 °C). E non dimenticate di mantenerlo umido! Ripetete il processo in ordine inverso quando rimettete a dimora l'albero. In questo modo avrete una possibilità che l'albero sopravviva a lungo. Inoltre, gli alberi di Natale con zolla di radici hanno notevoli differenze di qualità.

Variante 1: l'albero è stato coltivato senza trapianti regolari. Poi è stato estirpato e costretto in un contenitore di plastica. Questo ha portato a radici recise spesse un dito che spesso si estendono fuori dal vaso.

Variante 2: l'albero è stato trapiantato regolarmente e pertanto è riuscito a formare molte radici negli spazi più stretti; quando l'albero e l'intera zolla di radici vengono trasferiti nella nuova dimora, crescono meglio degli alberi descritti alla variante 1. Anche la quantità di erbacce nei contenitori e nelle zolle di radici è un fattore di qualità.

Commenti